Lunghezza: 21,66 km
Dislivello complessivo: 720 circa
Difficoltà: OC

Sabato pomeriggio. Tempo sereno variabile dopo la pioggia mattutina. Idea di massima sul percorso: Monte Fasolo, Monte Rusta, Villa Beatrice, punto acqua a Cornoleda, risalita dal Mottolone, poi Trattoria da Oci e ritorno.

Partenza dal parcheggio di Villa Barbarigo. Poi, con alle spalle il giardino della Villa, si va verso sx, si passa davanti allo stagno e poi si sale a sx costeggiando le mura. Alla fine del vialetto si sale a sx.

Si sale per i Sette Guadi. Poi, una volta sopra, quando si sbuca sull’asfalto si va a dx, sempre su asfalto, verso il monte Fasolo.
Poco dopo aver passato via dea Santa a sx, si prende il circuito del monte Fasolo a dx (cartelli ente Parco). Al primo bivio del Fasolo, salire a sx e poi nei successivi bivii seguire la direzione principale, che detta così non significa niente. Quindi traducendo: orientativamente dovete fare il giro attorno al monte Fasolo. 🙂

Monte Fasolo

Usciti dal bosco del Fasolo, andate a dx in salita comoda verso la cima del Rusta (il colle che vedete subito a dx). Alla fine delle vigne scendere a dx. Poi entrare nel bosco a sx.
Sentiero del Monte Rusta.
Tratto solitario e non difficile. Ci sono alcune rampe con il fondo sconnesso da prendere con calma. Al primo bivio salire a sx. Dopo si continua attorno il fianco del monte.
Al secondo bivio, tenere la strada (non salire verso la cima del colle) e scendere. Discesa un po’ sconnessa. Dopo un paio di tornanti, continuare dentro il bosco sul sentiero che parte da un tornante destrorso.
Poi appena fuori dal bosco, dopo la sbarra, andare e dx verso Villa Beatrice.

Villa beatrice

Salite verso la villa, entrate nel primo corridoio in porfido (foto) e, poco prima dell’entrata, scendete a dx su sentiero minuscolo. 100 mt di tecnica e equilibrio. Usciti dal mini sentiero, scendere a sx verso Cornoleda.

Alla chiesa di Cornoleda, andare a sx verso sud.
Scendere a Valle San Giorgio e risalire verso Acquà su asfalto (loc. Sassonegro). Allo scollinamento salire a sx su via Pajone (scajara). Salita da prendere con calma, soprattutto se fa caldo.
Tornati su asfalto, procedere dritti e passare davanti ai Sette Guadi e prendere il sentiero che entra nel bosco subito dopo. In questo punto ci sono un sacco di piccole tracce, studiatevi un po’ la mappa. La direzione da tenere è verso Nord.
Tornati sull’asfalto di via Roverello, scendere poco dopo per il Monte delle Grotte (cartello ente Parco) e al primo bivio scendere a dx. Dopo 2 km di paraboliche e di studio delle traiettorie, si esce dal bosco e torna al punto di partenza.

Considerazione tecniche
I primi 100 mt che scendono da Villa Beatrice a Condoleda sono molto tecnici. Fattili ma tecnici.
Considerazione pratiche
Percorso solitario e soprattutto pedalato in bosco. Poco asfalto, 2,5 km circa. Molto bello.

Tagged with →  
Share →

Aggiornata mappa

Aggiornata la mappa: # possibilità di caricare gpx, kml per la visualizzazione veloce # possibilità di ottenere maggiori informazioni su strade e sentieri (fonte db osm) Se […]
Gen 11, 2014 / Add Comment

Discese torride

Nel libro Lo Straniero di Alber Camus il protagonista da la colpa dell'omicidio che ha commesso al caldo, alla canicola che lo ha reso meno […]
Ago 10, 2013 / Add Comment

Teolo Bike 2012

Domenica 2 settembre si terrà a Teolo la 4^ TEOLOBIKE - 7^ Tappa della COPPA COLLI EUGANEI. Percorso totale di 30 Km circa (2 giri), […]
Ago 25, 2012 / Add Comment

Sossano - Toara

Giro in mtb nel versante sud dei colli berici. Il percorso ripercorre per buona parte la traccia della medio fondo Nonostante la canicola, sono posti & sentieri […]
Ago 20, 2012 / Add Comment

Il giro del Tremalzo

Tour fantastico. Lungo e faticoso. Quasi 2000 mt di dislivello per 64 km. I primi km sul sentiero della Ponale: una via sterrata che da […]
Lug 30, 2012 / Add Comment