Lunghezza: 43 km

Dislivello complessivo: 1600 metri
Coefficiente sterranto: Molto alto

cartina
sito transeuganea con altimetria, cartine e descrizione ufficiale

E’ uno tra gli itinerari più belli e appaganti dei Colli  Euganei. Quasi totalmente in sterrato, era stato disegnato in occasione della manifestazione che per dieci anni si è tenuta tra i nostri colli: la Transeuganea. 43 km per 1600 metri dislivello. Una buona preparazione per le escurisioni dolomitiche. Il livello tecnico richiesto è medio-alto: alcuni punti del sentiero Vietnam sono molto impegnativi; inoltre il sentiero che scende a Valsanzibio, prima di risalire i Sette Guadi, è abbastanza ripido e sassoso: facilmente si perdono le redini della bici.

Descrizione dell’itinerario:

Si parte in prossimità del centro di Treponti, una frazione di Teolo, in via Euganea Treponti e andare in direzione Teolo. Prendere a dx via Valli e risalire il pendio del Monte Grande su asfalto. Allo scollinamento girare a sx per via Bettone e poi, dopo appena 400 metri, prendere lo sterrato a dx (cartello Transeuganea)

Sterrato Monte Grande (MC + gradi Cai): Una volta lasciato via Bettone si inizia a salire con discreta pendenza ma su fondo ampio e abbastanza compatto – a parte per alcuni brevi tratti. In totale è lungo 3 km. C’è un unica possibile deviazione, a 3/4 dello sterrato, in coincidenza di un tornate sinistrorso: qui tenere la sinistra e seguire perciò il tornante.
Nelle vicinanze delle antenne paraboliche (si passa a fianco) tenere la sinistra e percorrere in relax la cresta del Monte Grande (punto panoramico) per duecentro metri. Davanti a una fontana senza acqua, seguire il tornante e iniziare la discesa, molto divertente su mulattiera. Prestare attenzione: ai tronchi a pettine sul tracciato usati come tagli d’acqua, che posso diventare insidiosi se umidi; e ai pedoni – soprattutto se boyscout.
Quindi dalla fontana senza acqua, dopo c.a 1,2 km di discesa, arriverete ai prati di Monte della Madonna – a sinistra. Oltrepassare la sbarra e andare a sx per 50 metri. Prima del parcheggio girare a dx.
Vietnam (OC gradi CAI): Uno dei single track più percorsi e famigerati dei Colli. Molto impegnativo. La versione qui proposta si discosta da quelle precenti qui descritte nella parte finale.  Una volta imboccato il Vietnam dai prati di Monte della Madonna, scendere tra le fronde basse e le radici, seguendo la traccia ben battuta, dopo c.a 800 metri, in coincidenza di un vero tornante sinistrorso proseguire dritti tra giaione e massi di grosse dimensioni (tratto impegnativo) fino ad una recinzione. Qua girare a dx e proseguire affiancando la rete. Una volta su asfalto, fare una inversione a U e dopo 30 metri girare a dx su sterrato e poi, dopo 50 metri, girare a sx. Arriverete a Teolo. Ricaricate le borraccie.

Dal centro di Teolo prendere via Guglielmo Marconi e scendere su asfalto per 1 km fino prendere a sx via Calti Pendice, che scende a fianco del campo sportivo.
Calti Pendice (MC gradi CAI): Mulattiera con fondo compatto e ampia (foto), tuttavia alcuni brevi tratti sono abbastanza ripidi. Tenere sempre la direzione principale e puntare verso il campanile (chiesa di Castelnuovo) che vedrete in alto a dx. La parte finale è bel muro, tuttavia all’ombra.

via calti pendice

Arrivati sull’asfalto di via Siesa, girare a sx e salire fino allo scollinamento, dove dovete prendere a dx via Venda – ex strada militare – cartello Transeuganea. Salire su asfalto ombreggiato per c.a 2 km.
Allo spiazzo finale, seguire a sx – indicazioni per il sentiero Lorenzoni.

Venda – Lorenzoni (MC gradi CAI)cartina PDF: Sterrato in saliscendi molto bello che percorre ad anello il Monte Venda. Tutto in sottobosco a parte gli ultimi due tornanti finali. Alla fine del sentiero Lorenzoni (vedi foto in basso) girare a dx e proseguire su sterrato ampio e a volte affollato per 500 metri fino a parcheggio Rist. Re del Venda. Qua scendere giù a sx per 150 metri, poi in coincidenza di un tornante sinistrorso proseguire dritti (cartello strada chiusa) per 800 metri su sterrato pianeggiante (superare le case sparse) fino a incrociare uno sterrato che scende a sx subito prima di un vigneto.

fine sentiero Lorenzoni

Discesa Cantinon (BC gradi CAI): Discesa molto piacevole e divertente, abbastanza tecnica. Andare sempre dritti e fatevi guidare – come sempre – dal buon senso. Allo spiazzo andare dritti – parte finale su asfalto. Fino a incrociare via Minelle e il cartello Rist. Cantinon. Qua girare a sx e seguire sempre dritti l’asfalto per 1,1 km fino ad incrociare via Camillo B. Conte di Cavour. Attraversare la strada e prendere lo sterrato che vi trovate di fronte.

Salita Monte Rusta (MC gradi CAI): Complessivamente lunga 1,5 km, questa dolce salita lungo i pendii del monte Rusta non presenta difficoltà particolari; sempre che per voi le “dolci salite” non siano difficoltà particolari dopo 22 km di colli.
Andare sempre dritti fino ad incrociare l’asfalto davanti alla Chiesetta del Gemola. Qui girare a sx e risalire sempre su asfalto fino a scollinare (1,3 km), dove vedrete le indicazioni per villa Beatrice. Girare a sx e prendere lo sterrato che sale.

Salita al Fasolo (MC gradi CAI): Sterrato assolato ma dolce. Andare sempre dritti, tenendo la direzione principale – vedi mappa. Una volta giunti su via Roverello proseguire sulla dx, fino al rist. Pianoro, superarlo e prendere dopo pochi metri via Fontanelle, percorrerla per 500 metri fino a incrociare uno sterrato a sx.

Discesa Calto Callegaro (BC+ gradi CAI): Discesona molto vibrante e irrequieta. Scendere seguendo le indicazioni del sentiero Atestino. Finalmente su asfalto, girare a sx e dopo una trentina di metri prendere dritti uno sterratino molto breve. Alla fine, di nuovo su asfalto, girare a sx e risalire i Sette Guadi.
Sette Guadi (MC gradi CAI): Uno degli sterrati più frequentati dei Colli. Lungo c.a 2,5 km. Fondo buono e pendenze accessibili.
Alla fine dei Sette Guadi, prendere il sentiero che incontrerete a dx e proseguire dritti seguendo il sentiero principale che punta alla casa che vedrete in alto, fino a quando non si arriva quasi sotto alla casa sopracitata in linea d’aria e di qui, prima di una salita veramente ripida, proseguite dritti su piano a fianco del colle, poi a sx e ancora sx nel bosco e dopo dritti fino alla strada bianca e infine a dx (15 metri prima dell’asfalto) sempre su sterrato. Guardare la cartina per maggiori informazioni.
Alla fine di quest’ultimo sterrato, arrivati nuovamente sull’asfalto di via Roverello, proseguite dritti – direzione monte Venda – in discesa fino a scollinare (alcune curve pericolose su asfalto). Attraversate la strada e proseguite dritti per via Roccolo – sempre su asfalto – per c.a 1,1 km fino al Rist. Roccolo, che prende il nome dall’omonino valico. Subito prima dell’ingresso del parcheggio girare a sx su sterrato e passare di fianco alla cabina dell’ENEL.

Roccolo (MC gradi CAI): Single track per 3/4 in discesa ma con una buona pendenza iniziale. In sottobosco, nei periodi umidi può diventare abbastanza scivoloso. Usciti dal sottobosco, davanti all’ingresso della prima casa che ivi si incontra, girare a sx e scendere su asfalto fino ad incrociare via Siesa (la strada principale a due carreggiate che da Castelnuovo scende a Torreglia). Qui prendere la dx sempre su asfalto – in direzione Torreglia –  per 100 metri e girare per via Pirio Cicogna. Qua inizia la discesa finale.
Settimo Cielo e Terre Bianche (BC gradi CAI con tratti MC): Una volta imboccata via Pirio Cicogna, dopo circa 1 km di discesa su strada bianca, vi troverete di fronte a un single track tutto sassi e foglie, prendetelo: nel complesso sono una 50ina di metri di nervosismo, ma tutto sommato divertenti. Alla fine girare a dx in sottobosco e proseguire sempre dritti. Superete un piccolo guado e un casa abitata soprattutto da barboncini simpatici ma un po’ troppo casinisti: sono liberi ma non mordono. A 100 metri circa dalla casa dei barboncini, girare a sx per un breve single track. Dopo questo e giunti nuovamente su strada bianca prendere la sx (sterrato Terre Bianche) e andare dritti. A questo punto dovrete fare un piccola salita, scalate marce che altrimenti vi impiantate. Dallo scollinamento proseguire sempre dritti su mulattiera per 2.2 km e arriverete a valle, incrociando una strada bianca pianeggiante. Qui girare a dx su sterrato e proseguite sempre dritti, fino a centro di Treponti. Il punto di partenza.

Mappe consigliate

Share →

Aggiornata mappa

Aggiornata la mappa: # possibilità di caricare gpx, kml per la visualizzazione veloce # possibilità di ottenere maggiori informazioni su strade e sentieri (fonte db osm) Se […]
Gen 11, 2014 /

Discese torride

Nel libro Lo Straniero di Alber Camus il protagonista da la colpa dell'omicidio che ha commesso al caldo, alla canicola che lo ha reso meno […]
Ago 10, 2013 /

Teolo Bike 2012

Domenica 2 settembre si terrà a Teolo la 4^ TEOLOBIKE - 7^ Tappa della COPPA COLLI EUGANEI. Percorso totale di 30 Km circa (2 giri), […]
Ago 25, 2012 /

Sossano - Toara

Giro in mtb nel versante sud dei colli berici. Il percorso ripercorre per buona parte la traccia della medio fondo Nonostante la canicola, sono posti & sentieri […]
Ago 20, 2012 /

Il giro del Tremalzo

Tour fantastico. Lungo e faticoso. Quasi 2000 mt di dislivello per 64 km. I primi km sul sentiero della Ponale: una via sterrata che da […]
Lug 30, 2012 /

Traccia comprensorio sud Colli Euganei

Traccia all inclusive con poco asfalto e salite "le migliori che (secondo noi) ci sono" visto il caldo e la morfologia dei Colli Euganei. Partenza […]
Lug 14, 2012 /