malmoLa questione l’avete già sentita. Forse più dalle opinioni dei passanti intervistati a bordo strada, come è costume nei telegiornali italiani, in cui si fa alto sfoggio di luoghi comuni inattaccabili perché irreali, “Si ma alcuni luoghi comuni sono veri, dì di no?” 🙂

Per i meno informati, la norma è stata inclusa nel pacchetto “sicurezza”, anche se di sicurezza ha poco o niente (si ok la “sicurezza nelle strade”). Ma “sicurezza” è la parola che la gente vuole sentire quindi via con sicurezza: strategie di marketing copiate dalla vendita di patatine e implementate in politica. Più Gusto, Crock. Eccetera.

L’articolo 3 comma 48- 1 e 2 della legge approvata prevede alcune modifiche del codice della strada. Dice testualmente la legge:

«Nell’ipotesi in cui, ai sensi del presente codice, è disposta la sanzione amministrativa accessoria del ritiro, della sospensione o della revoca della patente di guida e la violazione da cui discende è commessa da un conducente munito di certificato di idoneità alla guida di cui all’articolo 116, commi 1-bis e 1-ter, le sanzioni amministrative accessorie si applicano al certificato di idoneità alla guida secondo le procedure degli articoli 216, 218 e 219. In caso di circolazione durante il periodo di applicazione delle sanzioni accessorie si applicano le sanzioni amministrative di cui agli stessi articoli. Si applicano, altresì, le disposizioni dell’articolo 126-bis. 2. Se il conducente è persona munita di patente di guida, nell’ipotesi in cui, ai sensi del presente codice, sono stabilite le sanzioni amministrative accessorie del ritiro, della sospensione o della revoca della patente di guida, le stesse sanzioni amministrative accessorie si applicano anche quando le violazioni sono commesse alla guida di un veicolo per il quale non è richiesta la patente di guida. In tali casi si applicano, altresì, le disposizioni dell’articolo 126-bis»

Ignorando i vari -bis e -ter a cui si rimanda, il succo del discorso è questo: a chi ha la patente di guida e commette inflazioni punibili dal codice della strada mentre è alla guida della sua bici (ma anche skateboard, monopattino, pattini, carro  trainato da buoi) vengono tolti i punti alla patente e gli verrà inflitta una multa.

In Germania, come si ripete in giro, questa norma c’è già, dunque perché scandalizzarsi? perché criticare? MA VOGLIAMO CAPIRE CHE QUI NON SIAMO IN GERMANIA, che hanno piste ciclabili che vanno da un paese all’altro, da una città all’altra, che nel traffico cittadino le bici hanno le loro strade, i loro semafori. Non c’è bisogno di passare con il rosso per non essere travolti dalla coda di macchine che ti sta dietro.  Non c’è bisogno di prendere al contrario il senso unico per evitare di fare quella strada trafficata. Vogliamo fare qualcosa per la sicurezza, tirate fuori i soldi per piste ciclabili serie e non sprecateli per convertire i marciapiedi.

Queste sono norme che non risolvono il problema delle migliaia di morti in bici all’anno. Nel 2007 (ultimo anno in cui sono disponibili i dati Istat) si sono verificati in Italia 15.713 incidenti con coinvolte biciclette, nei quali hanno perso la vita 352 ciclisti (249 conducenti e 3 trasportati), mentre 14.535 sono rimasti feriti. Fra le vittime 289 sono maschi (82%) e 63 le femmine (18%).

Nelle interviste dicono: “È nostro dovere promuovere l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto urbano a emissione zero”. Questo lo chiamate promuovere? Promuoviamo difendendo i ciclisti da sé stessi?

Quello che ci (mi) spaventa più che altro è la risposta che danno certi esponenti a discorsi di questo tipo. Quando controbattono…

“Lei in buona sostanza è contrario alla nostra norma che ha come scopo quello di responsabilizzare tutti gli utenti della strada”

No. Semplicemente é praticamente inutile, visto che non fate altro. MI SCUSI…mi correggo LO SCOPO  principale dovrebbe essere un altro.

🙂

Share →

L'anguriara

Quando fa caldo caldo, diciamo sui 36 gradi, secondo alcuni il posto migliore dove stare è il divano di casa con sky accesa e il […]
Giu 23, 2012 / Add Comment

La Pinza (TN)

Siamo andati a provare la Pinza. La Pinza (TN) from euganeo on Vimeo. Riva del Garda è una località adatta ai biker. Piste ciclabili che scorrono […]
Giu 7, 2012 / 1 Comment

Tecnicismi

Tracce sui Colli per biker esperti. Abbastanza tecniche. Se servono indicazioni le diamo "on demand". Altrimenti studiatevi le mappe, elaborate il paesaggio ed esplorate :-) Singlemania E' […]
Mar 29, 2012 / Add Comment

Valle San Giorgio e ritorno

Primo giro dopo la pausa invernale. Poco asfalto e tanto bosco. Partenza da Battaglia con il vento contrario ma c'è il sole alto che scalda. […]
Mar 11, 2012 / Add Comment

Sul cecilia

Un'immagine vale più di cento parole. Anche perché non so cosa dire. Ad un certo punto più che dire, bisogna fare. Togliere la multa ridicola […]
Dic 11, 2011 / 19 Commenti

Intervista ad un mappatore di OSM

Intervista ad un mappatore OpenSteetMap. Come molti già sanno, alcune delle applicazioni presenti su euganeo.org (da eciclo a cyclemap, passando per le mappe itinerari […]
Ott 16, 2011 / Add Comment